nav-left cat-right
A34.it Meta Caraibica
cat-right

Figure di Salsa

Salsa in coppiaCari allievi, questa pagina è per voi; una specie di piccolo promemoria per non dimenticarvi quanto studiato durante le lezioni.
E’ impensabile imparare una figura mai fatta prima seguendo queste minime istruzioni, infatti tutte le figure che troverete qui, sono soltanto quelle già studiate fin’ora.

Il promemoria è diviso così: figure (singole posizioni), sequenze (figure una dopo l’altra), Esercizi propedeutici / spiegazioni teoriche, e pasitos (passi base e passetti).

ATTENZIONE!! Le spiegazioni di queste figure sono fatte dal punto di vista del cavaliere, essendo lui che comanda.

 

Figure

VUELTA DONNA (Giro a destra, senso orario)
La donna esegue, nel passo base, una mezza rotazione a destra sul 6 utilizzando un doppio perno, per poi completare il giro al 7 facendo perno sul piede destro e tornando alla posizione di partenza.
Il cavaliere guida il vuelta, con un avviso di giro al 3 (alza leggermente la mano), al 5 esegue il “baciamano” cioè porta la mano della dama all’altezza della sua bocca (ma senza baciarla ovviamente), quindi al 6 guida la dama nel primo mezzo giro e nel 7 la guida nel secondo mezzo giro, abbassando subito alla mano al termine di questo, per comunicare alla dama che il giro è finito. Attenzione cavalieri e non “mescolare la minestra” e non “appendere le dame”, la mano che guida il giro deve tracciare una coroncina immaginaria attorno alla testa della dama, quindi va tenuta alta quanto serve e non va tenuta troppo larga. Siate eleganti e minimali nei vostri movimenti..

CROSS BODY (CAMBIO DI POSTO)
Nel tempo di una battuta musicale la dama passa da una parte all’altra, rispetto al cavaliere; il cavaliere esce leggermente dalla linea di ballo per far passare la dama, che eseguirà una piccola camminata, e rientra nell’ultima parte. Può essere eseguito in posizione chiusa e aperta.
Video: http://youtu.be/3oVG4V89BkE
Si può anche passare da posizione chiusa a posizione aperta, lasciando [uomo] il braccio destro; in questo caso la figura prende il nome di…..

DILE QUE NO
Il cambio di posto in cui si passa da posizione chiusa a posizione aperta.
Ricordatevi due particolari:
1- il comando con la mano sinistra dell’uomo che va verso la dama in basso e poi resta per tutta la figura con il palmo verso l’alto, per terminare con la presa da posizione aperta.
2- la mano destra dell’uomo, inizialmente sulla schiena della dama, che sul 567 va progressivamente lasciata.
-> Video tutorial <-

SPECCHIO (o “Open break” o “Guapea”)
Figura in cui sia uomo che danno partono andando indietro; avviene quindi un effetto elastico nella coppia e al 3 si torna alla posizione di partenza; al 3 inoltre l’uomo prende anche l’altra mano della donna.
Al 5 e 6 uomo e donna si sbilanciano in avanti, uno verso l’altro ammortizzando con le braccia; nel frattempo eseguono i loro passi sul posto. Infine al 7 ci si spenge leggermente e si ritorna alla posizione di partenza.
Solitamente è preceduto da un Dile que no; infatti alcune scuole chiamano questa stessa figura Dile que no.

Sequenze

SEQUENZA N. 1
Partenza: posizione chiusa.
– Cross body chiuso
– Dile que no
– Vuelta dama
– Cross body
Da ripetere in loop.

SEQUENZA N. 2
Partenza: posizione aperta.
– Vuelta dama
– Cross body chiuso
– Dile que no
– Specchio

Esercizi propedeutici e Spiegazioni teoriche

LA CONTROGUIDA DELLA DAMA

Argomento importantissimo. La controguida della dama è fondamentale. Se state leggendo questo e siete nella pagina del vostro corso significa che vi ho già spiegato a lezione in cosa consiste la controguida; tuttavia farò anche qui qualche accenno essenziale, per farvi un piccolo promemoria.
La controguida è il movimento opposto alla guida; la guida, si sa, è da parte dell’uomo; la controguida sarà dunque la forza uguale e contraria (legge di Newton) a quella esercitata dall’uomo, fatta dalla donna. Dunque il presupposto affinchè questo sistema sia fisicamente stabile (sempre legge di Newton) è che ci sia una forza da parte sia dell’uomo che della donna; una specie di tensione continua, sebbene minima, esercitata da entrambi. Un favoloso scambio di energie continuo tra i due ballerini..
La guida dell’uomo si svolgerà su due assi: avanti-dietro / destra-sinistra. Sto parlando dei movimenti delle mani.
La donna dovrà essere in grado di recepire tutti i movimenti su questi due assi e lo farà proprio esercitando questa lieve pressione sulle mani dell’uomo.
I movimenti sull’asse avanti-dietro, quindi leggere spinte e leggere trazioni, verranno tradotti dalla donna in spostamento dell’intero asse del corpo.
Quindi una spinta in avanti corrisponde a un “vai indietro”; questo viene usato per indicare l’1 musicale e come uno degli elementi di guida dei giri. Per recepire questo comando la donna dovrà opporre resistenza con una controguida verso avanti. Praticamente durante una spinta dell’uomo, il braccio non deve cedere andando indietro, ma deve rimanere teso in modo da trasferire la spinta all’intero asse del corpo, lasciandolo andare verso dietro.
Alla trazione invece, la donna oppone resistenza tramite la forza delle dita, delle ultime falangi; si lascerà quindi spostare in avanti ogni volta che l’uomo la tirerà a sé; per esempio durante la “carica” prima di un giro.
Asse importantissimo per i giri. La guida orizzantale dell’uomo non sposterà l’intero asse della donna, ma soltanto quello del suo busto.
Una rotazione, dunque, proposta dall’uomo, dovrà essere eseguita in primis dall’intero busto della donna, dalle spalle ai fianchi. Soltanto quando questo non basta e quando il movimento è “caricato” da una precedente rotazione nel senso opposto, allora la guida coinvolgerà anche i passi della donna; ovviamente questo accade nei giri.
Per essere attenta a tutti i movimenti proposti dall’uomo la donna dovrà esercitare una pressione verso l’esterno (che andrà dunque a sommarsi alla pressione verso avanti per la controguida sull’asse verticale). Dato che la presa delle mani dell’uomo è per la maggior parte esterna (l’uomo tende a racchiudere dall’esterno all’interno e questo è dovuto alla posizione dei nostri pollici), sarà facile per la donna intuire una guida che sposta la sua mano verso l’interno del corpo; sarà invece difficile seguire una guida che sposta la mano verso l’esterno del corpo.
Se invece la donna cerca in ogni momento di mantenere una leggera tensione sulla mano dell’uomo esercitando una leggera pressione verso l’esterno, allora sarà in grado di seguire anche questi movimenti meno percettibili. Questa pressione dev’essere esercitata dalla donna con il taglio della mano; la donna deve sempre fare in modo di mantenere una leggera pressione verso l’esterno, sulla mano dell’uomo.
Ma questo non basta… la donna non deve seguire questi movimenti soltanto con la mano: il braccio non si deve muovere mai in modo isolato dal corpo; oltretutto così rischiate di farvi male se il cavaliere ha una guida un po’ più esplosiva. La donna deve trasmettere il movimento dalla mano al braccio, dal braccio alla spalla, dalla spalla all’intero busto. La mano spostata deve ruotare l’intero busto.. 🙂 esercitatevi su questo!
Con il controllo completo dell’uomo sulla donna, sui due assi, eseguire i giri sarà relativamente semplice.
Partiamo dal presupposto che un giro dev’essere sempre caricato, cioè dev’essere sempre guidata una leggera torsione nella direzione opposta, prima del giro vero e proprio… è come caricare una molla e poi rilasciarla, lo stesso principio.
Un giro a destra ad esempio dovrà essere caricato con una leggera torsione della donna verso sinistra, sul tempo 3; dal 3 in poi l’uomo invertirà la direzione della guida fino a far girare la donna su stessa, curandosi di non anticipare la rotazione (ricordatevi che la donna al 5 va avanti verso l’uomo e appena al 6 e 7 esegue il giro, al 5 dunque la mano della vostra guida deve passare davanti al vostro naso).
Similmente, in un giro a sinistra, la donna verrà caricata nella direzione opposta al 5 e rilasciata indietro al 7. E’ diverso dal giro a destra perchè il vuelta reverse della donna viene eseguito con dei passi molto diversi dal vuelta normale.
Questi sono degli esercizi utilissimi, ma state molto attenti a una cosa: non prendeteli come dei semplici esercizi isolati; imparate le tensioni fra le mani, assorbitele, fatele vostre, e replicatele tali e quali anche quando ballate con una presa che potrebbe sembrare più “rassicurante”.
Il primo esercizio consiste nel guidare la rotazione del busto della donna, spostando la sua mano destra solamente tenendo il palmo della mano sinistra dell’uomo contro il taglio della mano destra della donna; ebbene sì, questa dev’essere l’unica parte a contatto. Noterete che con la pressione laterale che esercita la donna, lei riuscirà a seguire anche i movimenti in cui con la mano vi allontanate; vi sembrerà di avere una calamita nella mani! Non serve dunque stringere la mano spostarla verso l’esterno, è necessaria solamente questa leggera e costante tensione. La donna dovrà esercitarsi a trasferire il movimento della sua mano destra su tutto il busto; dunque la mano spostata verso destra corrisponde a un rotazione a destra del busto (lasciate isolata la testa!).
Fatto questo, lo applicate nella salsa (secondo esercizio) comandando, sempre con una mano sola, con questa presa “senza presa”, dei giri a destra, a sinistra e degli enchufla, alternandoli con delle basi e dei cambi di posto. Vi stupirete di cosa potete fare e con il minimo sforzo! Ricordatevi di caricare la donna nella direzione opposta prima di farla girare! (vedi sopra)
E ricordatevi di mantenere la stessa guida anche con una presa che apparentemente sembra più salda. La stessa identica cosa! Cambierà completamente il vostro stile di ballo.

Pasitos

I “Pasitos”, tradotto “Passetti”, sono dei passi che si eseguono singolarmente, non in coppia. Ma ovviamente sono alla base della maggior parte delle figure di coppia.

BASE (MAMBO)
Alterno movimento in avanti, con movimento indietro (uomo: 123 avanti, 567 indietro / donna: 123 indietro, 567 avanti).

RUMBA
Passo base con movimenti laterali (uomo: 123 sinsitra, 567 destra / donna: 123 destra, 567 sinistra).

PASSO SALSA
Viene usato in moltissime figure. I passi vanno fatti con il piede indietro, ruotando leggermente tutto il corpo di 45° gradi.

PASSO DEL GUAPO
Nel passo del guapo entrambi i passi, all’1 e al 5 vanno portati in avanti, in diagonale.